Archeologia del Sacro. Simboli, immagini e percorsi dell’esperienza religiosa nell’umanità delle origini

di Massimo Cultraro

Che cosa imparerò in questo corso?

Fin dalle prime scoperte archeologiche nel campo della Preistoria europea avvenute nel corso del ‘800, agli studiosi non è sfuggito che le prime comunità condividessero un patrimonio di simboli e credenze che stanno alla base del processo di formazione del senso religioso. Nel caso degli studi di Preistoria, tuttavia, l’assenza di fonti scritte ha imposto una maggiore attenzione ad alcune categorie di manufatti, come riproduzioni di figure femminili o i cicli pittorici dell’arte parietale del Paleolitico, attraverso i quali si possono cogliere utili indizi per ricostruire le forme di pensiero dell’Uomo e del suo grado di elaborare modelli di comunicazione simbolica.

Il corso offre un quadro ampio ed articolato delle più antiche forme dell’esperienza religiosa nel Mediterraneo antico, partendo dai cacciatori-raccoglitori del Paleolitico, con i loro riti iniziatici all’interno delle grotte, per poi indagare il mondo neolitico con la sua “rivoluzione di simboli” e le prime forme di strutture religiose, ed infine giungere all’analisi delle società complesse dell’età del Bronzo, nelle quali emerge un rinnovato rapporto tra il divino e l’umano. Un percorso di diverse migliaia di anni nel tentativo di indagare e ricostruire il senso religioso come costante della storia umana, utilizzando i dati forniti dall’archeologia, ma anche le suggestioni provenienti dai più avanzati studi nel campo delle scienze neurobiologiche.

A chi è rivolto questo corso?

Il corso è rivolto a studenti di scuole secondarie e licei di differente formazione, universitari, laureati, dottorandi, ricercatori, docenti di scuola media e superiore, cultori di scienze storiche, artistiche, umanistiche e religiose, seminaristi, sacerdoti e docenti di università ecclesiastiche.

Struttura del corso

l corso sarà articolato in 4 sessioni della durata totale di 2 ore e 30 minuti, nel corso delle quali il docente svolge 2 lezioni più la discussione. Il corso è composto, quindi, da un totale di 8 lezioni, per 10 ore complessive.

Le lezioni si svolgeranno dalle ore 17:30 alle 20:00. La data di inizio del corso è il 5 ottobre 2021.

0
Lezioni
0
Ore di formazione

Programma

Aula virtuale

Le lezioni si svolgono online all’interno di un’aula virtuale. Durante le lezioni ciascun studente potrà interagire direttamente con il docente attraverso una chat.

Videoregistrazione

Il giorno successivo alla sessione live la videoregistrazione della lezione sarà disponibile nella pagina del corso per essere fruita “on demand” in qualsiasi momento.

Attestato

Al completamento del corso ciascun studente riceverà un attestato di partecipazione ufficiale di Schola Palatina.

Docente

Dott. Massimo Cultraro

Massimo Cultraro è archeologo, dirigente di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche e docente di Preistoria e Archeologia Egea all’Università di Palermo. Formatosi presso la Scuola Archeologica Italiana di Atene, ha conseguito il dottorato di ricerca in archeologia all’Università di Pisa. Vincitore della borsa di studio NATO Advanced Grants, è stato visiting professor presso la Brown University, Providence (USA) e dal 2013 tiene corsi in Preistoria del Mediterraneo all’Università di Göttingen, Germania. Negli anni 2005-2012 è stato direttore scientifico del progetto di ricostruzione virtuale del Museo di Baghdad, promosso dal CNR e dal Ministero degli Esteri, in seguito premiato al G8 degli Enti di Ricerca a Venezia (2009). Si occupa di scavi ed esplorazioni in Grecia e in Sicilia, dal 2015 dirige un progetto di ricerca sul Caucaso. Studioso di archeologia, coltiva diversi aspetti della ricerca, con particolare attenzione all’archeologia del sacro e alle più avanzate tecnologie digitali nel campo del Patrimonio Culturale. Autore di oltre un centinaio di scritti scientifici su riviste nazionali ed internazionali, ha scritto un saggio sulle forme del potere nel mondo minoico (Longanesi 2001), un libro sulla civiltà micenea (Carocci 2006) e da ultimo un lavoro sulla figura di Heinrich Schliemann (Edizioni di Storia 2018).

Condividi questo corso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Rimani aggiornato

Iscriviti alla nostra lista di attesa

Sarai il primo a ricevere le comunicazioni sull’apertura delle iscrizioni

X