Temi di iconografia paleocristiana sullo sfondo della Storia della Chiesa


di Penelope Filacchione

Dettagli del corso

Siamo abituati a pensare che le immagini cristiane siano sempre uguali a sé stesse: Maria Vergine, Gesù, i santi ci appaiono ormai come “cristallizzati”. Ma la Chiesa dei primi secoli, che sceglie di usare le immagini nonostante il divieto del decalogo, è alla ricerca di una identità istituzionale e comunicativa di cui la mutevolezza delle iconografie è un perfetto specchio.
Tre lezioni per ripercorrere i punti salienti di un periodo ricco di fermenti culturali.

A chi è rivolto questo corso?

Studenti liceali, universitari, laureati, dottorandi, ricercatori, docenti di scuola media e superiore, cultori di scienze storiche, artistiche, umanistiche e religiose, seminaristi, sacerdoti e docenti di università ecclesiastiche.

Struttura del corso

Il corso è articolato in 3 lezioni di 1 ora e 30 minuti ciascuna, di cui un’ora dedicata alla formazione più la discussione.

0
Lezioni
0
Ore di formazione

Programma

Curiosamente, nonostante la ricchezza delle storie neotestamentarie, per diversi secoli il cristiani hanno preferito soggetti veterotestamentari: famosi come Giona o meno noti come Sansone e la mascella d’asino. Come mai questa preferenza, quando immaginiamo che avrebbero voluto distinguersi dagli Ebrei? E’ una scelta di continuità e di identità che esploreremo insieme. 

Il Crocifisso è per noi l’immagine di Cristo più comune, ma ci ha messo secoli a consolidarsi. All’immagine della morte i cristiani delle origini hanno per lungo tempo preferito quella della salvezza ottenuta scegliendo tra Antico Testamento e immagini simboliche. Un viaggio nella psicologia dell’era delle persecuzioni e delle dispute teologiche.

Come mai l’immagine del battesimo scompare durante le dispute eretiche per essere sostituito dai simboli? Perché Melchisedeq sacerdote appare nel IV secolo, scompare e poi riappare solo a Ravenna? Come mai Cristo Esculapio viene a lungo accantonato a favore del giovane Cristo Apollo? Questi alcuni dei temi principali, ma non solo questi, che appaiono e scompaiono secondo i momenti di storia della Chiesa.

Videoregistrazione

Per ogni lezione è disponibile la videoregistrazione, nella pagina del corso, per essere fruita “on demand” quando e dove vuoi.

Attestato

Al completamento del corso riceverai l’attestato di partecipazione ufficiale di Schola Palatina.

Abbonamento

Mensile
79
/ al mese
  • Paghi ora € 79 IVA inclusa per un mese

Abbonamento

Trimestrale
69
/ al mese
  • Paghi ora € 207 IVA inclusa per 3 mesi

Abbonamento

Annuale
57
/ al mese
  • Paghi ora € 684 IVA inclusa per 12 mesi
Più acquistato

Acquista

Singolo corso
80
  •  

Docente

Prof.ssa Penelope Filacchione

Penelope Filacchione. Storica dell'arte specializzata in iconografia e iconologia cristiana presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana. Dal 2003 è docente Archeologia e Storia dell'arte classica e cristiana antica presso  la facoltà di Lettere classiche e cristiane antiche dell'Università Pontificia Salesiana e ha tenuto la cattedra di Archeologia cristiana per la facoltà di Teologia del medesimo ateneo. Insegna presso le Scuole d'Arte e dei Mestieri di Roma Capitale e presso la Link Campus University. Ha collaborato alla redazione della rivista Archeo - Attualità del passato, ha all'attivo numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative e ha curato e scritto - insieme a Caterina Papi - il volume Archeologia cristiana - coordinate storiche, geografiche, culturali edito dalla LAS e pensato specificamente per gli studenti delle facoltà teologiche e degli atenei pontifici.

Condividi questo corso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Rimani aggiornato

Ti interessa Schola Palatina?

Lasciaci la tua email e ti contatteremo per tenerti aggiornato sulle nostre proposte formatve

X