La bioetica dalla prospettiva della donna

Giorgia Brambilla Giorgia Brambilla

  • Casa editrice: Editori Riuniti Univ. Press
  • Anno edizione: 2015
  • Pagine: 363
  • ISBN: 9788864731803

ACQUISTA ORA

Quando, negli anni Settanta del secolo scorso, cominciò a formarsi il “movimento della Bioetica“, si andava affermando da tempo un altro movimento col quale in qualche modo si doveva incrociare: “il movimento femminista”.

La Bioetica nasceva – prima come movimento di idee e di preoccupazioni, poi come disciplina accademica – sulla spinta di tutta una serie di innovazioni scientifiche tecnologiche in ambito biologico e medico. Molte di queste innovazioni suscitavano delle questioni etiche complesse, alcune antiche ma in maniera più pressante e complessa, altre del tutto nuove. E molte di quelle innovazioni e di quelle questioni etiche riguardavano la realtà della donna in maniera diretta e a volte drammatica. La donna è protagonista di tante decisioni e azioni tra quelle di cui si occupa la Bioetica.

La Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum ha dedicato l’ultimo corso annuale di aggiornamento a questo binomio appassionante e complesso: Bioetica e donna. La prima parte del corso (e dunque di questo volume che ne raccoglie gli atti), è stata dedicata all’indagine sul “mondo della donna”. Nella seconda parte vengono trattate alcune problematiche specifiche. Il volume intende offrire un contributo al dibattito bioetico e in generale alle discussioni culturali nelle quali si trova immersa la nostra società. Una società che sembra essere sempre più in attesa di quel “genio femminile” che sa accogliere, proteggere e far crescere l’humanum per quello che è.

BIO

Giorgia Brambilla, sposata e mamma di tre figli, è Professore Straordinario di Morale della vita presso la Facoltà di Teologia dell’Ateneo Pontificio “Regina Apostolorum”, ove è coordinatrice della Laurea Magistrale in Scienze religiose (indirizzo pedagogico-didattico) e consigliere dell’Istituto “Scienza e fede”.

È professore incaricato presso la Pontificia Università Lateranense, già Professore invitato all’Università “Sapienza” e Cultore della materia all’Università di Roma “Tor Vergata”. Ha conseguito il Dottorato in Bioetica e la Licenza in Teologia con specializzazione in Morale sessuale e famigliare.

È membro del Comitato di Etica clinica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma; è socio ordinario dell’Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale (ATISM) e della Società Italiana per la Bioetica e i Comitati Etici (SIBCE).

Tra i suoi lavori di ricerca più importanti: il manuale Sessualità, gender ed educazione (Edizioni Scientifiche Italiane, 2015), pubblicato in tre lingue; il testo La Bioetica dalla prospettiva della donna (Editori Riuniti University Press, 2015), vincitore del premio letterario “Le parole di Lavinia”; la monografia Uova d’oro. L’eugenetica, il grande affare della salute riproduttiva e la nuova bioschiavitù femminile (Editori Riuniti University Press, 2016); il manuale Riscoprire la Bioetica. Capire, formarsi, insegnare (Rubbettino, 2020) e il recente Come olio di nardo. Il valore della famiglia nel mondo contemporaneo (IF Press, 2022).

ARTICOLI DI GIORGIA BRAMBILLA